Cerimonia

Lo Sposo

L’abito dello Sposo

Il vestito della sposa è solitamente tenuto in gran segreto ma è importante che l’abito dello sposo non sia troppo diverso nello stile da quello della sua compagna perché non ci sia nella coppia dissonanza ma grande armonia.

A tal fine lo sposo, con grande discrezione, può farsi consigliare da una damigella o dalla madre della sposa e cercare di carpire qualche piccolo ma importante dettaglio utile per orientare le sue scelte.

A seconda del tipo di abito della sposa quindi, l’uomo può indirizzare la sua scelta spaziando da un modello molto elegante, a un modello più sobrio, al tradizionale “ever-green” (adatto agli sposi di tutte le età e di tutte le classi sociali), ai modelli più “trandy” riservati però esclusivamente agli sposi più giovani ed originali che potranno senz’altro osare abiti dai tagli e dai colori insoliti impreziositi da accessori alla moda.

Se l’abito della sposa è il classico lungo, con velo a strascico e la cerimonia è di alto livello, lo sposo avrà due possibilità di scelta: indossare tight o il mezzotight. Una soluzione meno impegnativa è il classico completo tre pezzi, ideale per tutti i tipi di cerimonia, sia per quelle tradizionalmente celebrate al mattino, sia per quelle officiate nel primo pomeriggio. Nella scelta di un completo a tre pezzi sia per quanto riguarda i tessuti che i colori, non c’e’ che l’imbarazzo della scelta: d’inverno vanno bene tutte le qualità della lana, mentre d’estate si potrà spaziare dal misto lino al fresco lana con l’unica accortezza di scegliere tessuti leggeri e possibilmente non facili alle pieghe. Assolutamente vietate le stoffe troppo sportive e gli spigati.

Per i colori si consiglia di prediligere le tinte unite scure dal blu notte al grigio fumo di Londra, adatto agli sposi di tutte le età, mentre ai più giovani sono concesse anche tonalità tenui dall’azzurro al celestino chiaro.

La giacca è sempre un monopetto a tre bottoni senza spacchetti laterali con tasche a filetto e non a toppa più un taschino più piccolo nel quale potrà infilarsi la classica “pochette” assolutamente diversa per tessuto e colore della cravatta. Anche per il pantalone il taglio è classico e senza risvolto. Il gilet (mono o doppio petto) è dello stesso tessuto dell’abito. La camicia è di taglio classico con lavorazione molto discreta e di colore bianco avorio o anche una delicatissima tonalità di azzurro con il colletto classico. Un riguardo particolare bisogna poi riservarlo ad alcuni dettagli apparentemente trascurabili, ma di grande effetto come le finiture o il tipo di bottoni.

 

Gli sposi più eccentrici e originali che preferiscono vivere la solennità del momento in modo insolito ed alternativo, possono concedersi (sempre che la mise della sposa lo consenta) dei tocchi di colore, un taglio inedito del vestito, un gilet originale ed anche accessori stravaganti purché ben gestiti e coordinati tra loro.

Gli accessori

Tra gli accessori indispensabili chiaramente c’è la cravatta, da quella più tradizionale, di solito di colore grigio, in seta “jacquard” con piccolissimi disegni; ma la scelta della tonalità è piuttosto variegata. L’unico imperativo d’obbligo è che non sia eccessivamente chiassosa.

Altro accessorio importante è la cintura da scegliere ovviamente come alternativa alle bretelle, da prediligere in nero, abbinandola possibilmente al materiale prescelto per la scarpa. Sono concessi solo alcuni piccoli e discreti gioielli che ne valorizzino l’abito e ne illuminino l’aspetto senza, comunque appesantirne la figura. Consentito l’orologio da polso, nei modelli più classici – meglio se in oro bianco- ma anche da taschino (nel caso si indossi il tight) per donare un tocco di classe in più.

Sì anche ai gemelli da polso, nonché ad un sobrio e discreto fermacravatta (meglio se in oro bianco e con classica perla). Sono invece da bandire tutti gli altri tipi di gioielli compresi gli orecchini, i pearsing, i braccialetti, le collane e tutti i tipi di anelli a meno che non si tratti di un anello con lo stemma che identifichi un’appartenenza a un nobile casato.

 

 

 

 

 

Le scarpe

Il tipo e la forma delle scarpe sono meno vari per lo sposo. Nonostante ciò è necessario riflettervi ed investire in calzature di qualità. Scegliere bene il vostro paio di scarpe è indispensabile. Questo contribuerà in buona misura a fare di voi uno sposo elegante.

Se pensate di aver trovato il paio di scarpe perfette, non dimenticate di abbinare adeguatamente i calzini. Attenzione se, una volta seduti, l’orlo dei pantaloni lascia intravedere dei calzini dai colori improbabili o peggio calzini fantasia… 

Salvo la scelta del marrone per abbinare i calzini con le vostre scarpe color castano, privilegiate sempre il nero o un colore scuro a tinta unita (grigio scuro ad esempio) per le vostre scarpe nere. Evitate ad ogni costo i calzini bianchi (a meno che voi decidiate di vestirvi completamente di bianco o di portare delle scarpe sportive…).

Pagine: 1 2 3 4